09.10.2021       Morning Italian Murli        Om Shanti      BapDada       Madhuban


Essenza:
Dolci figli, seguite la Madre e il Padre e siate seduti sul trono del cuore. Non c’è difficoltà in questo. Semplicemente ricordate il Padre e diventate puri.

Domanda:
Quale consiglio dà il Padre, il Signore dei Poveri, ai Suoi figli perché creino la loro fortuna?

Risposta:
Figli, Shiv Baba non vuole nulla di vostro. Potete mangiare, bere, studiare, rinfrescarvi e andare via ma ricordate che c’è la lode solo di “solo una manciata di riso”. Se desiderate diventare ricchi per 21 nascite ricordate che, un paisa di una persona povera equivale a 100 rupie di una persona ricca. Perciò, quando il Padre viene qua direttamente, usate tutto quel che avete in modo degno.

Canzone:
Tu sei la Madre e il Padre.

Om shanti.
Voi figli avete capito il significato della canzone. Sebbene quelle persone invochino, non capiscono nulla. Voi sapete che Egli è nostro Padre. In realtà, non è il Padre solo di voi, ma è il Padre di tutti. Anche questo deve essere compreso. L’Anima Suprema è certamente il Padre di tutte le anime. Dicendo “Baba, Baba!” certamente ricordate la vostra eredità. È solo ricordando il Padre che i vostri peccati saranno dissolti. Il Padre dice a voi figli: Voi anime siete diventate impure. Ora dovete essere purificate. Egli è il Baba di tutti e quindi i Suoi figli dovrebbero certamente essere senza vizio. Un tempo, tutte voi eravate senza vizio. Il Padre Stesso spiega: Quando c’era il regno di Shri Lakshmi e Narayan, tutte erano senza vizio. Anche tutte le anime umane che vedete là devono essere state senza vizio perché i loro corpi saranno stati distrutti e tutte le anime sono andate a risiedere nel mondo incorporeo. Là non c’è nome o traccia di vizio. Là non ci sono corpi. Tutte le anime da lassù scendono in questo mondo per recitare le loro parti. La gente di Bharat viene per prima. In Bharat per primo ci fu il regno di Lakshmi e Narayan. Quelle di tutte le altre religioni erano nel mondo incorporeo. In questo tempo, sono tutte nel mondo corporeo. Ora il Padre sta rendendo voi figli senza vizio, al fine di rendervi le deità senza vizio. Quando diventate deità, certamente, c’è bisogno di un nuovo mondo per voi. Il vecchio mondo dev’essere distrutto. La Guerra del Mahabharat è stata raffigurata nelle scritture. Fanno vedere che rimasero solo i cinque Pandava, e che poi si sciolsero sulle montagne, e allora non rimase nessuno. Achcha, dove sono andate tutte quelle anime? Le anime non sono mai distrutte. Quindi, si dice che siano andate nel mondo incorporeo, senza vizio. Il Padre vi porta dal mondo vizioso al mondo incorporeo, senza vizio. Voi sapete che certamente dovete ricevere la vostra eredità dal Padre. La sofferenza ora è aumentata. A questo tempo vogliamo sia pace che felicità. Tutti chiedono a Dio: O Dio, dacci pace e felicità! Ogni essere umano fa sforzo per acquisire ricchezza. Se hanno ricchezza, sono felici. Il Padre illimitato vi sta dando moltissima ricchezza. Eravate così ricchi all’età dell’oro. Avevate palazzi tempestati di diamanti e gioielli. Voi figli sapete di essere venuti dal Padre illimitato per reclamare la vostra eredità del paradiso illimitato. Qui, non ci verrà l’intero mondo. Il Padre viene solo in Bharat. A questo tempo la gente di Bharat è residente dell’inferno e poi il Padre li rende residenti del paradiso. Sul cammino della devozione avete ricordato il Padre, nascita dopo nascita, a causa della sofferenza: O Padre Supremo, Anima Suprema! O Baba Benefattore, Colui che Rimuove la Sofferenza e Donatore di Felicità. Voi Lo ricordate e quindi certamente Egli deve essere venuto. Nessuno Lo ricorda senza ragione. Essi credono che Dio, il Padre, verrà e darà il frutto di quello ai devoti. Tuttavia, Egli lo dà a tutti: Egli è il Baba di tutti. Voi sapete che andrete alla terra della felicità e tutti gli altri andranno alla terra della pace. Quando siete nella terra della felicità, c’è pace e felicità sul mondo intero. Il Padre ama i Suoi figli. Anche i figli amano la Madre e il Padre. Voi cantate anche: Tu sei la Madre e il Padre. Anche avendo madri e padri fisici, cantate: Tu sei la Madre e il Padre e noi riceviamo molta felicità attraverso le Tue benedizioni. Voi non lo cantate per i vostri genitori fisici. Sebbene anch’essi facciano sforzo e si occupino dei loro figli, dare loro un’eredità e farli fidanzare, comunque solo la Madre e il Padre parlokik vi danno molta felicità. Ora siete figli adottivi di Dio. Tutti gli altri sono figli adottati dal diavolo. Non ci sono figli adottati all’età dell’oro. Là, non c’è altro che felicità; non c’è nome o traccia di sofferenza. Il Padre dice: Sono venuto per darvi abbondanza di felicità in paradiso per 21 generazioni. Voi sapete che ora state per ricevere dal Padre illimitato abbondanza di felicità, in paradiso. Tutti i legami di sofferenza devono finire. All’età dell’oro avete relazioni di felicità, mentre all’età del ferro avete legami di sofferenza. Il Padre vi sta portando nelle relazioni di felicità. Egli è chiamato Colui che Rimuove la Sofferenza e il Donatore di Felicità. Il Padre viene e serve voi figli. Egli dice: Io sono il vostro Servitore Obbediente. Mi avete ricordato per metà ciclo: O Baba, vieni e dacci abbondanza di felicità. Ora sono venuto per darvela, e quindi seguite shrimat! Questa terra di morte dev’essere distrutta e la terra dell’immortalità dev’essere fondata. Ora state ascoltando la storia dell’immortalità da Baba immortale per andare alla terra dell’immortalità. Là, nessuno muore. Non usano mai le parole “Tal dei tali è morto!”. L’anima dice: Ora lascerò questo corpo deteriorato e ne prenderò uno nuovo. Questo va bene. Là non ci sono malattie. Non c’è menzione della terra della morte. Io sono venuto per rendervi i masters della terra dell’immortalità. Quando governate là, non ricordate nulla della terra della morte. Non siete consapevoli di quel che diventerete mentre continuate a scendere. Altrimenti perdereste la vostra felicità. Qui, dovete mantenere l’intero ciclo nei vostri intelletti. Veramente era il paradiso e ora è l’inferno. Ecco perché le persone invocano il Padre. Voi anime siete residenti della terra della pace. Venite qui per recitare le vostre parti. Porterete i vostri sanskara a casa con voi e poi da là verrete a prendere corpi nuovi e governerete il regno. Ora vi si è data notizia del mondo incorporeo, la regione sottile e il mondo corporeo. All’età dell’oro non sarete consapevoli di questo. Là governerete solo il regno. Voi conoscete anche il drama. Voi anime sapete di star facendo sforzi per l’età dell’oro. Certamente diventerete degni di andare in paradiso. Darete beneficio a voi stessi e anche agli altri. Allora continuerete a ricevere le loro benedizioni. Guardate qual è il vostro piano! A questo tempo tutti hanno il proprio piano. Anche il Padre ha un piano. Quelle persone spendono milioni di rupie per costruire dighe etc. per l’elettricità. Il Padre spiega: Tutti quelli sono piani del diavolo mentre il Mio piano è un piano Divino. Ora, il piano di chi avrà successo? Quelle persone combatteranno tra loro. Il piano di tutti diventerà polvere. Loro non fondano il paradiso. Qualsiasi cosa facciano, è per la sofferenza. Il piano del Padre è creare il paradiso. I residenti dell’inferno fanno piani per rimanere nell’inferno. Baba sta facendo piani per creare il paradiso. Quindi, dovreste avere così tanta felicità! Si ricorda: Riceviamo moltissima felicità grazie alla Tua misericordia. Dovete fare sforzo per riceverla. Il Padre dice: Potete reclamare qualsiasi cosa vogliate. Potete diventare un re o una regina, un master del mondo, o potete diventare un domestico o un servitore. Dipende da quanto sforzo fate. Il Padre dice semplicemente: Prima di tutto, diventate puri e continuate a fare a tutti la presentazione del Padre. Ricordate Alfa e poi beta, il regno, è vostro! È nel vostro ricordo del Padre che Maya causa molti ostacoli: rompe il vostro yoga dell’intelletto. Il Padre dice: Più mi ricordate, più i vostri peccati saranno dissolti e più alto sarà il rango che reclamerete. Ecco perché l’antico yoga di Bharat è molto famoso. Il Padre è chiamato anche il Liberatore. Il Padre vi libera dalla sofferenza per 21 nascite. La gente di Bharat sarà nella terra della felicità e tutti gli altri saranno nella terra della pace. Mostrando loro i piani del mondo incorporeo e del mondo corporeo, velocemente capiranno che quelli delle altre religioni non possono andare in paradiso. Solo le deità risiedono nel paradiso. Nessuno, eccetto il Padre, può spiegare questa conoscenza del drama. Voi figli venite dal Padre per reclamare la vostra eredità. È solo all’età dell’oro che avete abbondanza di felicità. Dopo c’è il regno di Ravan; c’è moltissima sofferenza in esso. Ora voi capite che Baba vi sta rendendo degni di andare alla terra dell’immortalità raccontandovi la vera storia. Ora state compiendo tali azioni ed è così che diventate ricchi per 21 nascite. Si dice: Che tu possa essere ricco! Che tu possa avere figli! Là, certamente avrete un figlio maschio e una figlia femmina. Che tu possa avere lunga vita! La vostra durata di vita sarà di 150 anni. Là non c’è morte improvvisa. Solo il Padre spiega questo. Mi avete invocato per metà ciclo. I sannyasi direbbero questo? Cosa sanno? Il Padre siede qui e vi spiega con così tanto amore. Figli, se rimanete puri per quest’unica nascita, diventerete i masters del mondo puro per 21 nascite. C’è felicità nella purezza. Voi appartenevate alla religione pura delle deità e ora siete diventati impuri e state sperimentando sofferenza. Eravate senza vizio quando eravate in paradiso. Ora, diventando viziosi, siete diventati infelici all’inferno. Il Padre v’ispira a fare sforzo: Diventate imperatori e imperatrici del paradiso. I vostri Mama e Baba lo diventano, e quindi anche voi dovreste fare sforzo per questo. Non c’è nulla in questo di cui essere confusi. Il Padre non permette nemmeno a quanlcuno di cadere ai Suoi piedi. Il Padre spiega: Vi ho dato palazzi d’oro tempestati di diamanti e vi ho reso i masters del paradiso. Poi, avete continuato a strofinarvi la testa sul cammino della devozione e anche a dare soldi per metà ciclo. Dove sono andati tutti quei palazzi d’oro tempestati di diamanti? Voi siete scesi dal paradiso e ora avete raggiunto l’inferno. Ora vi sto riportando in paradiso ancora una volta. Non vi do alcuna difficoltà. Semplicemente ricordate Me e diventate puri. Non dovete dare nemmeno un centesimo; solamente mangiate, studiate, rinfrescatevi e tornate a casa. Baba semplicemente v’insegna. Non prende compensi per insegnarvi. Voi dite: Baba, certamente Ti darò qualcosa. Come altro riceverei palazzi, là? Sul cammino della devozione, le persone donano ai poveri nel nome di Dio. Dio ne darà loro il frutto. I poveri non lo farebbero! Tuttavia, essi ne ricevono il ritorno per una nascita soltanto. Baba, ora sei venuto qui direttamente. Ti do poco denaro e Tu in ritorno ci dai il paradiso, per 21 nascite. Il Padre rende tutti ricchi. Voi date soldi e allora si costruiscono edifici per darvi ospitalità. Come altrimenti potrebbero essere costruiti? Solo i figli costruiscono edifici etc. Shiv Baba dice: Io non andrò a viverci. Shiv Baba è il Donatore incorporeo. Voi date a Lui, e allora Lui ve ne dà il frutto per 21 nascite. Io non entro nel vostro paradiso. Devo venire nell’inferno per togliervi dall’inferno. I vostri guru v’intrappolano nella palude ancora di più. Non concedono salvezza. Il Padre è venuto per portarvi al mondo puro. Quindi, perché non ricordate un tale Padre? Il Padre dice: Non date soldi! Semplicemente ricordate Me e i vostri peccati saranno dissolti e verrete a Me. Per voi figli sono stati costruiti questi edifici. C’è il memoriale di “una manciata di riso”. I poveri ricevono il ritorno di qualsiasi cosa diano, in accordo al loro coraggio. Qualsiasi rango ricevano i ricchi, anche i poveri ricevono lo stesso; i due si equivalgono. Se una persona povera dà una rupia tra le cento che ha, e una persona ricca che ha molto danaro dà cento rupie, entrambe ricevono lo stesso frutto. Ecco perché il Padre è chiamato il Signore dei Poveri. Bharat è la più povera di tutte. Io vengo e la rendo ricca. Si fanno donazioni ai poveri. Baba vi spiega in modo così chiaro. Figli, la morte è proprio davanti. Ora, fate tutto velocemente. Aumentate la velocità del ricordo. Più ricordate il dolcissimo Padre, più eredità riceverete e più ricchi diventerete. Il Padre non vi dice di inchinarvi o andare alle fiere ecc.; no! Ricordate il Padre e la vostra eredità, mentre sedete a casa. Tutto qui! Il Padre è un punto. Egli si chiama il Padre Supremo, l’Anima Suprema. Egli è l’Anima Suprema. È il più alto di tutto. Il Padre dice: Io sono un punto e anche voi siete punti. È solo che quelli del cammino della devozione hanno fatto una grande forma per raffigurarMi. Come si potrebbe venerare un punto? Egli si chiama Shiv Baba. Chi l’ha detto? Ora voi dite che Shiv Baba vi sta dando la vostra eredità. È una meraviglia! Il ciclo di 84 nascite continua a girare. Avete ricevuto questa eredità molte volte e continuerete a riceverla. Il Padre siede qui e vi spiega così piacevolmente. Achcha.

Ai dolcissimi figli amati, a lungo persi e ora ritrovati, amore, ricordo e buongiorno dalla Madre, il Padre, BapDada. Il Padre spirituale dice namaste ai figli spirituali.

Essenza per la dharna:
1. La morte è proprio di fronte. Perciò, ora aumentate la velocità del ricordo. Fate pieno sforzo per reclamare un rango elevato nel mondo dell’età dell’oro.

2. Portate beneficio a voi stessi e agli altri e ricevete benedizioni. Per andare al mondo puro, certamente dovete diventare puri.

Benedizione:
Possiate morire da vivi e guadagnare la vittoria sui sensi fisici con la consapevolezza della vostra nuova vita.

Voi figli che siete completamente morti da vivi, non potete essere attratti dai sensi fisici. Morire da vivi significa che siete morti per ogni cosa, e che la vostra vecchia vita è finita. Dal momento che avete preso una nuova nascita, nella vostra nuova nascita e nuova vita, come potete essere influenzati dai sensi fisici? Nella vostra nuova vita di Brahma Kumar o Kumari, siete completamente al di là del conoscere che significa essere influenzati dai sensi fisici. Non lasciate che persino il minimo respiro, cioè che ogni sanskara da shudra vi rimanga incollato, nemmeno un pochino.

Slogan:
Ad amrit vela fondete l’amore di Dio nel vostro cuore, e nessun altro amore vi attirerà.